rimedi naturali

Esistono rimedi naturali contro il prurito intimo?



Il prurito intimo è un fastidio da non trascurare, soprattutto in questa stagione estiva. Spesso è infatti sintomo di infezioni vaginali, soprattutto se persiste o si cronicizza. Ma esistono dei rimedi naturali per questo problema? 

PRURITO INTIMO: QUALI SONO LE CAUSE SCATENANTI?

Frequentemente i fastidi intimi sono accompagnati da bruciori, arrossamenti e perdite, che rendono le giornate pesanti e provocano imbarazzo e dolore. A causare il prurito intimo può essere un’igiene sbagliata, un abbigliamento troppo stretto, uno stress improvviso o un’infezione. Tra i maggiori responsabili di quest’ultima, abbiamo la Candida Albicans, un micete che causa la maggior parte delle infezioni vulvovaginali, accompagnate da perdite dall’odore sgradevole e di colore biancastro. In alcuni casi, l’infezione è dovuta invece al Trichomonas Vaginalis, il quale è riconoscibile a causa del colore giallastro delle perdite vaginali. 

Questi agenti infettivi, alterano l’equilibrio delicatissimo della flora batterica vaginale. Questa è composta per il 90% da lactobacilli acidofili, che vengono immediatamente soppiantati, a causa della loro natura, dai ceppi patogeni. Come le infezioni, anche la carenza di estrogeni (causa menopausa, gravidanza o per l’assunzione di farmaci che hanno effetto antiestrogenico), può causare fastidi intimi. Infatti, il pH acido della flora batterica vaginale è favorito dal normale livello di estrogeni. Questi, infatti, permettono la crescita dell’epitelio vaginale superficiale, ricco di glicogeno. Questo è metabolizzato dai lactobacilli che producono così acido lattico, il responsabile del mantenimento del pH vaginale a 4.5-5. Perciò lo squilibrio estrogenico può portare a un fastidioso prurito intimo e a un’infiammazione acuta.

Certamente una visita medico-ginecologica è fondamentale per risolvere questo tipo di disturbi, soprattutto per scoprirne chiaramente la causa batterica, micotica o virale infettante, ma ci sono diversi rimedi naturali che possono alleviare il prurito e aiutarti a passare al meglio le tue vacanze estive.

I RIMEDI NATURALI PER IL PRURITO INTIMO

In attesa della visita medica, possiamo trovare sollievo dal prurito intimo grazie ad alcuni rimedi naturali:

  • Malva: dalle proprietà emollienti e antinfiammatorie;
  • Camomilla: che ha proprietà antinfiammatorie e antispastiche sulla muscolatura liscia nonché cicatrizzanti, battericide ed antimicotiche;
  • Calendula: grazie alla sua attività antiinfiammatoria, antibatterica, antivirale e immunostimolante, e favorisce la guarigione delle ferite con attività cicatrizzante;
  • Avena: che ha proprietà lenitive e antipruriginose eccellenti;
  • Amido di riso: grazie alla sua azione lenitiva e antiarrossamento;
  • Aloe: che svolge un’importante azione lenitiva decongestionante e cicatrizzante che permette di creare una lubrificazione “per affinità lipidica”, rimuovendo le impurità senza comportare alcuna alterazione della mucosa;
  • Tea Tree Oil: grazie all’azione antinfiammatoria, allevia il prurito dipendente da infezioni batteriche o micotiche;
  • Rosmarino:per la sua capacità di contrastare lo sviluppo dei batteri sulla cute;
  • Basilico: le proprietà antibatteriche e antimicotiche delle foglie di basilico bloccano l’attacco dei microrganismiresponsabili infezioni nella vagina.

Uno dei fitoterapici più efficaci nel contrastare il prurito intimo persistente è sicuramente Uticombo Gel, un gel idratante dalla formula delicata, coadiuvante nei problemi legati a secchezza vaginale come prurito, rossore, bruciore e ipersensibilità. Grazie ai suoi principi attivi fitoterapici che agiscono insieme per garantire un veloce sollievo intimo, svolge un’azione lubrificante, lenitiva, emolliente e antimicotica: ideale per le mucose più sensibili, adatto in età fertile e in menopausa. Tra i principali componenti, oltre al Tea Tree Oil e all’Aloe Gel, troviamo l’Acido Ialuronico, che mantiene la cute idratata e lubrificata e il Pantenolo. Questo mantiene nel tempo l’elasticità del tessuto epiteliale, mentre svolge un’attività emolliente, idratante e lenitiva.

Scopri tutte le proprietà della nostra linea Uticombo e non esitare a contattarci per avere maggiori informazioni in merito!


Intestino irritabile in vacanza? Ecco i rimedi naturali



Con il caldo e i cambiamenti repentini, i dolori addominali e con loro l’intestino irritabile si fanno sempre più frequenti. Viaggiare con queste sintomatologie non è affatto facile, soprattutto quando si ha il desiderio di passare una vacanza in totale relax e salute. Ma allora, come possiamo rimediare? Tantissimi principi attivi naturali possono aiutarci a combattere i sintomi dell’intestino irritabile e a sentirci più sereni.

LA SINDROME DELL’INTESTINO IRRITABILE

È un disturbo di natura cronica i cui sintomi possono apparire e scomparire. Infatti la riacutizzazione della sintomatologia avviene soprattutto a causa degli sbalzi dovuti allo stress fisico e psichico. Alla stipsi e diarrea, si aggiungono spesso sintomatologie di questo tipo:

  • gonfiore e meteorismo
  • perdite di muco
  • fatica cronica
  • ansia e depressione
  • cistite

In estate, quando cambiamo completamente le nostre abitudini, specie quelle sedentarie, il problema diventa sempre più acuto. Per questo in molti decidono di rinunciare alle vacanze o alle gite fuori porta, che causano disagi e imbarazzi. Ma rilassarsi e allontanarsi dalla stressante quotidianità potrebbe portare a un discreto miglioramento delle sintomatologie dell’intestino irritabile, utilizzando ovviamente alcuni accorgimenti e facendosi aiutare dai rimedi naturali.

QUALI SONO LE CAUSE?

Le cause dell’intestino irritabile sono tantissime. Tra queste riconosciamo:

  • intolleranze alimentari che portano a condizioni severe di infiammazione e irritazione all’apparato intestinale;
  • uno stile alimentare sregolato: pasti abbondanti, cibi ricchi di grassi e proteine, raffinati e molto conditi;
  • accumulo di stress che può essere sia causa principale del disturbo, che causato dall’insorgere della sintomatologia.

ALCUNI CONSIGLI PER VIAGGIARE SERENI

  • Stabilisci e mantieni la tua precisa routine quotidiana anche durante la vacanza, integra dell’attività fisica, soprattutto per staccare dallo stress accumulato;
  • Mastica molto bene il cibo;
  • Bevi molti liquidi;
  • Tieniti sempre pronto in caso di emergenza;
  • Evita:
    1. la frutta come: anguria, susina, pera, pesca, anacardi e pistacchi
    2. bevande troppo fredde o gassate
    3. caffè e alcol
    4. verdure come: cipolle, aglio, lattuga, barbabietola e cavolo verza
    5. latte e derivati
    6. legumi e cereali
    7. le gomme da masticare, che possono contribuire ad aumentare il gonfiore e il gas intestinale.

INTESTINO IRRITABILE: I RIMEDI NATURALI

Al verificarsi di sintomi lievi e passeggeri, è possibile fare affidamento ai rimedi naturali che abbiano effetto calmante della sintomatologia e che, nel lungo periodo, possano risolverne le cause. Moltissime piante possiedono dei principi attivi utilissimi per i disturbi gastrointestinali:

  • Menta piperita: particolarmente efficace per alleviare i dolori addominali;
  • Finocchio, camomilla, melissa e liquirizia: con effetti carminativi e digestivi, che calmano il mal di pancia e il gonfiore addominale;
  • Angelica: dalle proprietà spasmolitiche e colagoghe, ovvero in grado di stimolare il flusso biliare. Facilita inoltre la secrezione gastrica;
  • Carbone vegetale: con proprietà assorbente, che contrasta i gas intestinali.
  • L-Triptofano: un naturale regolatore della motilità e delle secrezioni intestinali

E, non ultimi, i fermenti lattici, importantissimi per il ripristino della flora batterica intestinale.

Utilizzare degli integratori naturali fitoterapici, è un buon modo per contrastare tutte le sintomatologie dell’intestino irritabile. Infatti grazie alla miscela perfetta di tutti i principi attivi, aiuta a migliorare notevolmente la sindrome e a donare serenità anche durante le vacanze. Uno dei migliori fitoterapici in grado di alleviare l’intestino irritabile e infiammato è IBS Active, il quale favorisce la regolarità del transito intestinale e la funzionalità del sistema digerente, favorendo inoltre l’equilibrio della flora intestinale.

Vivi la tua estate e la tua vacanza al meglio, contattaci per saperne di più sul nostro IBS Active, saremo felici di aiutarti!


La sindrome dell’intestino irritabile: cause e rimedi naturali



La sindrome dell’intestino irritabile, conosciuta anche come colonpatia spastica o colon irritabile, è un disturbo che interessa il tratto gastrointestinale e cui si accompagnano dolori al basso ventre e alterazioni nella defecazione. Oltre ai farmaci, esistono dei rimedi fitoterapici che possono aiutarti a vivere con serenità questo problema e ad alleviare le sintomatologie. Scopriamo insieme meglio di cosa si tratta.

QUALI SONO I SINTOMI DELL’INTESTINO IRRITABILE?

Questa malattia è definita in ambito medico come funzionale, ovvero che interessa il funzionamento dell’organo, che in questo caso è completamente errato. Infatti, chi soffre di intestino irritabile può avere sia diarrea che stipsi o entrambi in modo alternato. Queste alterazioni della motilità intestinale si verificano unite a un’alterata percezione del dolore viscerale. Al dolore addominale e alle difficoltà a defecare, si aggiungono cambiamenti nella forma e nella consistenza delle feci.

La sindrome dell’intestino irritabile è una disfunzione che interessa soprattutto le donne nella fascia d’età tra i 20 e i 40 anni, ed è dovuta a una convergenza di fattori come: 

  • stile di vita troppo sedentario;
  • abitudini alimentari sbagliate e confusionarie;
  • emotività;
  • predisposizione genica.

Tra i sintomi più comuni, riconosciamo:

  • frequenza di evacuazione anormale;
  • disagi o dolori addominali che vengono alleviati con la defecazione;
  • passaggio delle feci anomalo;
  • dolori e disagi addominali con esordio associato al cambiamento dell’aspetto fecale;
  • feci con forma anomala;
  • fretta di defecare;
  • tensione durante la defecazione;
  • gonfiore o distensione addominale;
  • sensazione di evacuazione incompleta.

LE CAUSE 

Le cause della sindrome dell’intestino irritabile non sono ancora del tutto chiare. Alcuni studi hanno però dimostrato che nei pazienti affetti da questa patologia, il colon e l’intestino possiedono una sensibilità maggiore e quindi molto suscettibili in caso di forti stress o all’assunzione di particolari alimenti.  Anche la celiachia lieve causerebbe questa patologia. Un’altra delle cause potrebbe essere un malfunzionamento del sistema immunitario, che non è pronto a combattere al meglio gli organismi patogeni responsabili delle infezioni. Potrebbe esserci un collegamento anche tra la sindrome dell’intestino irritabile e la serotonina: infatti, livelli anormali di questo neurotrasmettitore spesso portano a problemi di motilità intestinale e defecazione anomala. 

COME DOBBIAMO ALIMENTARCI IN CASO DI INTESTINO IRRITABILE?

Sicuramente giova alla sintomatologia della sindrome dell’intestino irritabile, il mangiare molto lentamente e regolarmente

  • Privilegiamo patate al forno con la buccia, cereali integrali, zucca gialla, rape e cavolo: questi alimenti sono ricchi di triptofano, particolarmente indicato in questi casi;
  • Eliminiamo i salumi, uova, latticini e formaggi stagionati;
  • Aiutiamo la flora intestinale nutrendoci di yogurt con probiotici, kefir, olio di lino e noci, fiocchi d’avena;
  • Integriamo spesso alimenti che abbiano fermenti lattici vivi;
  • Evitiamo alcolici, carni conservate e prodotti a base di burro.

ESISTONO DEI RIMEDI NATURALI PER ALLEVIARE LA SINTOMATOLOGIA?

La fitoterapia è sempre un valido rimedio per i piccoli e persistenti problemi del nostro organismo. Grazie alla sua formulazione interamente naturale, i fitoterapici aiutano il corpo a combattere le patologie e ad avere nuova linfa ed energia. Tra le piante consigliate per la sintomatologia della sindrome da intestino irritabile vi sono:

  • Gramigna: ricca di flavonoidi, sali minerali come ferro e potassio, vitamina A e B. Ha proprietà antinfiammatorie.
  • Escholtzia californica: che ha un’azione antispasmodica e analgesica la quale agisce come spasmolitico utile in caso di crampi e fitte allo stomaco, inoltre è utile contro spasmi colici e biliari.
  • Angelica: dalle proprietà spasmolitiche e colagoghe, ovvero in grado di stimolare il flusso biliare. Facilita inoltre la secrezione gastrica.
  • Carbone vegetale: proprietà assorbente, in grado di contrastare i gas intestinali.
  • Triptofano: un regolatore della motilità e delle secrezioni intestinali.

Uno dei fitoterapici che racchiude nella sua formula questi principi attivi, è l’IBS Active. Un integratore 100% naturale utilissimo come coadiuvante nel trattamento della sindrome dell’intestino irritabile. IBS Active aiuta la regolarità del transito intestinale e la funzionalità del sistema digerente, favorendo inoltre l’equilibrio della flora intestinale.Un ottimo modo naturale per prenderti cura di te e ritrovare la tua vitalità.

Vuoi saperne di più? Non esitare a contattarci!