vaginiti

Esistono rimedi naturali contro il prurito intimo?



Il prurito intimo è un fastidio da non trascurare, soprattutto in questa stagione estiva. Spesso è infatti sintomo di infezioni vaginali, soprattutto se persiste o si cronicizza. Ma esistono dei rimedi naturali per questo problema? 

PRURITO INTIMO: QUALI SONO LE CAUSE SCATENANTI?

Frequentemente i fastidi intimi sono accompagnati da bruciori, arrossamenti e perdite, che rendono le giornate pesanti e provocano imbarazzo e dolore. A causare il prurito intimo può essere un’igiene sbagliata, un abbigliamento troppo stretto, uno stress improvviso o un’infezione. Tra i maggiori responsabili di quest’ultima, abbiamo la Candida Albicans, un micete che causa la maggior parte delle infezioni vulvovaginali, accompagnate da perdite dall’odore sgradevole e di colore biancastro. In alcuni casi, l’infezione è dovuta invece al Trichomonas Vaginalis, il quale è riconoscibile a causa del colore giallastro delle perdite vaginali. 

Questi agenti infettivi, alterano l’equilibrio delicatissimo della flora batterica vaginale. Questa è composta per il 90% da lactobacilli acidofili, che vengono immediatamente soppiantati, a causa della loro natura, dai ceppi patogeni. Come le infezioni, anche la carenza di estrogeni (causa menopausa, gravidanza o per l’assunzione di farmaci che hanno effetto antiestrogenico), può causare fastidi intimi. Infatti, il pH acido della flora batterica vaginale è favorito dal normale livello di estrogeni. Questi, infatti, permettono la crescita dell’epitelio vaginale superficiale, ricco di glicogeno. Questo è metabolizzato dai lactobacilli che producono così acido lattico, il responsabile del mantenimento del pH vaginale a 4.5-5. Perciò lo squilibrio estrogenico può portare a un fastidioso prurito intimo e a un’infiammazione acuta.

Certamente una visita medico-ginecologica è fondamentale per risolvere questo tipo di disturbi, soprattutto per scoprirne chiaramente la causa batterica, micotica o virale infettante, ma ci sono diversi rimedi naturali che possono alleviare il prurito e aiutarti a passare al meglio le tue vacanze estive.

I RIMEDI NATURALI PER IL PRURITO INTIMO

In attesa della visita medica, possiamo trovare sollievo dal prurito intimo grazie ad alcuni rimedi naturali:

  • Malva: dalle proprietà emollienti e antinfiammatorie;
  • Camomilla: che ha proprietà antinfiammatorie e antispastiche sulla muscolatura liscia nonché cicatrizzanti, battericide ed antimicotiche;
  • Calendula: grazie alla sua attività antiinfiammatoria, antibatterica, antivirale e immunostimolante, e favorisce la guarigione delle ferite con attività cicatrizzante;
  • Avena: che ha proprietà lenitive e antipruriginose eccellenti;
  • Amido di riso: grazie alla sua azione lenitiva e antiarrossamento;
  • Aloe: che svolge un’importante azione lenitiva decongestionante e cicatrizzante che permette di creare una lubrificazione “per affinità lipidica”, rimuovendo le impurità senza comportare alcuna alterazione della mucosa;
  • Tea Tree Oil: grazie all’azione antinfiammatoria, allevia il prurito dipendente da infezioni batteriche o micotiche;
  • Rosmarino:per la sua capacità di contrastare lo sviluppo dei batteri sulla cute;
  • Basilico: le proprietà antibatteriche e antimicotiche delle foglie di basilico bloccano l’attacco dei microrganismiresponsabili infezioni nella vagina.

Uno dei fitoterapici più efficaci nel contrastare il prurito intimo persistente è sicuramente Uticombo Gel, un gel idratante dalla formula delicata, coadiuvante nei problemi legati a secchezza vaginale come prurito, rossore, bruciore e ipersensibilità. Grazie ai suoi principi attivi fitoterapici che agiscono insieme per garantire un veloce sollievo intimo, svolge un’azione lubrificante, lenitiva, emolliente e antimicotica: ideale per le mucose più sensibili, adatto in età fertile e in menopausa. Tra i principali componenti, oltre al Tea Tree Oil e all’Aloe Gel, troviamo l’Acido Ialuronico, che mantiene la cute idratata e lubrificata e il Pantenolo. Questo mantiene nel tempo l’elasticità del tessuto epiteliale, mentre svolge un’attività emolliente, idratante e lenitiva.

Scopri tutte le proprietà della nostra linea Uticombo e non esitare a contattarci per avere maggiori informazioni in merito!


Estate, tempo di irritazioni intime

Irritazioni intime

Il caldo eccessivo, il mare e la piscina, l’utilizzo di indumenti troppo stretti sono solo alcune delle cause delle irritazioni intime, delle vulvovaginiti micotiche o di altre infezioni. Esistono dei rimedi naturali per prevenire e contrastare questo tipo di disturbi intimi? In questo articolo vi proponiamo alcuni consigli da seguire per vivere l’estate con spensieratezza!

D’estate il rischio di infezione aumenta, perché?

Il sole e la disidratazione abbassano notevolmente le difese immunitarie, aumentando così il rischio di infezioni e irritazioni intime. Con il caldo, poi, è più facile che si sviluppino anche disturbi intestinali, i quali facilitano le vaginiti e le infezioni: il colon retto e la vagina sono comunicanti e ciò può determinare la colonizzazione dei batteri dell’intestino a livello degli organi genitali. D’estate, poi, si utilizzano più frequentemente i tamponi vaginali, che possono aumentare il rischio di infezioni se utilizzati in modo non corretto.

Quali sono i sintomi?

I sintomi delle infezioni e irritazioni intime sono:

  • prurito
  • bruciore
  • dolore o fastidio durante la minzione
  • perdite abbondanti, bianche e maleodoranti

Questi problemi infiammatori si verificano a tutte le età, dalla preadolescenza al periodo fertile, in gravidanza e in menopausa. Possono essere causati dagli sbalzi ormonali, che causano uno squilibrio importante del pH intimo; e, soprattutto, da una diminuzione drastica della flora batterica vaginale, che solitamente aiuta a combattere tutte le infezioni e le irritazioni intime.

Le cause delle infezioni e irritazioni intime

Ci sono diverse cause che possono favorire la comparsa di disturbi intimi. È molto importante intercettarla immediatamente per poter agire sul problema il prima possibile. Nel caso delle bambine, per esempio, le vulvovaginiti sono facilitate dall’assenza di peli nella zona genitale e dal fatto che la pelle sia ancora molto sottile e priva di stimolazione ormonale, la quale protegge dai patogeni esterni. Inoltre, a quell’età viene spesso trattenuta la minzione e l’igiene intima avviene in modo scorretto, facilitando l’ingresso dei batteri e funghi dal retto alla vulva. Per quanto riguarda le donne in età fertile e in menopausa, le cause sono differenti:

  • biancheria intima irritante e troppo aderente;
  • uso improprio di assorbenti interni ed esterni;
  • indumenti molto stretti;
  • scarsa igiene personale;
  • utilizzo frequente di saponi intimi, detersivi per lavatrice o docciaschiuma aggressivi per le mucose;
  • squilibrio della flora batterica intestinale, causato da cure antibiotiche, pillola anticoncezionale, gravidanza e menopausa;
  • fortissimo stress.

Consigli per la prevenzione dei fastidi intimi

  1. Limita il più possibile l’abbigliamento aderente che, aggiunto al sudore rende più semplici le infezioni micotiche, come le candidosi. Preferisci abiti in cotone o in altre fibre naturali, così da permettere alla pelle di respirare;
  2. Indossa biancheria intima di cotone e possibilmente bianca e cambia spesso i tuoi assorbenti intimi;
  3. Cerca di ridurre il tuo stress, puoi provare a scaricare le tensioni con degli esercizi fisici, yoga o meditazione;
  4. Tieni idratata anche la vulva, specialmente durante episodi di secchezza durante lo sport e in caso di rapporti sessuali;
  5. Usa sempre e solo i tuoi asciugamani personali;
  6. Non depilarti troppo frequentemente, applica spesso creme idratanti e prodotti lenitivi post depilazione;
  7. Utilizza un detergente intimo molto delicato, che rispetti il tuo pH intimo;
  8. Durante i rapporti sessuali, utilizza sempre le precauzioni del caso, per evitare l’insorgenza di malattie e le infezioni batteriche e micotiche sessualmente trasmissibili;
  9. Evita di tenere il costume bagnato o umido per troppo tempo;
  10. Bevi 2-3 litri di acqua al giorno per stimolare la diuresi e sfavorire la proliferazione batterica vescicale e vaginale;
  11. Assumi ciclicamente i fermenti lattici, ti aiuteranno a mantenere in equilibrio le flore batteriche dell’organismo.

Quali sono i rimedi naturali contro le infezioni e irritazioni intime?

Per quanto riguarda questo tipo di patologie, è utile sentire il parere di un medico o di uno specialista. Nel frattempo puoi però prevenire e curare i disturbi lievi del tuo apparato genitale con l’azione fitoterapica di alcune piante.

  • Tea Tree Oil: possiede un’azione antinfiammatoria, allevia il prurito dipendente da infezioni batteriche o micotiche.
  • Aloe: può aiutare a combattere l’infiammazione nell’immediatezza, donando freschezza e sollievo dal prurito.
  • Camomilla e calendula: disinfiammano la zona irritata attraverso sciacqui e lavaggi intimi esterni.
  • Cranberry: efficace nella prevenzione e nel trattamento di infezioni recidivanti e croniche delle vie urinarie.

Se scegli di utilizzare un fitoterapico per prevenire o trattare nel lungo periodo le infezioni e irritazioni intime di cui soffri spesso, ti consigliamo di affidarti a Uticombo. Questo è infatti utile alla funzionalità delle vie urinarie, efficace nel trattamento sia delle fasi acute di infezione sia nella successiva fase di mantenimento. Sono i suoi principi attivi a rendere Uticombo un rimedio per questo tipo di fastidi intimi:

  1. Oximacro® a base di PAC-A, estratto di Cranberry che contrasta efficacemente l’adesione batterica di Escherichia Coli e Pseudomonas Aeruginosa, responsabili delle infezioni del tratto urinario.
  2. D-mannosio: uno zucchero semplice che, una volta ingerito, viene scarsamente assorbito dalle cellule del nostro organismo per favorire l’accumulo nel tratto urinario, dove riduce sensibilmente la possibilità di infezioni recidive.

Puoi anche usufruire dei grandi benefici di Uticombo Gel, un gel idratante che può essere utilizzato in caso di secchezza vaginale, prurito, rossore, bruciore e ipersensibilità.

Grazie a principi attivi come il Tea Tree Oil, l’Aloe e il Pantenolo svolge un’azione lubrificante, lenitiva, emolliente e antimicotica.

Vuoi saperne di più? Non esitare a contattarci!